Il sistema di ESTRAZIONE aria con “Camera di Calma” deve garantire  continui ricambi di aria con l’obiettivo primario di trasferire, in genere verso l’ambiente esterno, il calore generato dagli apparati in dissipazione nelle stazioni radio base e locali tecnologici.

Questo avviene grazie ad un lavoro combinato di un motoventilatore (estrazione aria) e camera di calma (ingresso aria).

La camera di calma può essere da esterno o da interno, questo a seconda della tipologia di condizionatori installati e dello spazio disponibile all’interno del locale.

1 – assieme sistema ventilazione (ventilatore, piastra e boccaio, griglia);

2 – plenum esterno con serranda di sovrapressione;

3 – camera di calma (interna o esterna);

4 – quadro elettrico “Comando e Controllo” composto da interruttore magnetotermico generale, controllore PLC PB13, termostato di massima temperatura.

Il sistema è controllato dal proprio PLC che ha il compito di gestire il ciclo di funzionamento e rilevare eventuali condizioni di allarme.

Regolazione della temperatura “ON-OFF” oppure “proporzionale” (0-10V). Adottando la regolazione “proporzionale”, si evitano condizioni di shock termico qualora la temperatura esterna sia molto bassa.

Questo sistema può essere identificato anche come sistema di emergenza per raffreddare il locale in quanto è previsto un controllore elettromeccanico (termostato) che permette di alimentare il ventilatore in modo autonomo e separato quando la temperatura rilevata supera i valori prestabiliti e contemporaneamente segnala la condizione di funzionamento in emergenza.

Caratteristiche tecniche

  • Alimentazione ventilatore 48Vdc o 230Vac
  • Regolazione della temperatura ON-OFF oppure proporzionale(0-10V)
  • Estrema leggerezza
  • Semplicità d’installazione
  • Facilità di accesso per manutenzione
  • Bassi livelli di rumorosità

 

 

 

FIG.3 CAMERA ESTRAZIONE

 

 

FIG.4 CAMERA ESTRAZIONE

 

FIG.6 CAMERA ESTRAZIONE 

 

flussi aria 

 

download

BROCHURE